L'OTTAVA NOTA

MUSIC ITALIA

L'OTTAVA NOTA

MUSIC ITALIA

IL ROCK ROMANTICO DEI

LOVERDOSE

TORNA AD APPASSIONARE CON“ALE”

IL LORO NUOVO SINGOLO

LOVERDOSE "Ale"

Dopo oltre 20 anni di gavetta, esperienze, live in giro per lo Stivale e l’esordio discografico con l’album “Radioattivo”, la band capitanata da Alessandro Manferti torna a farci emozionare e scatenare, ma con classe, con “Ale”, il loro nuovo singolo, apripista del secondo progetto full lenght, “Game Over”, la cui uscita è prevista nei prossimi mesi.

“Ale”, con le sue sonorità romantiche ma potenti, curate nel minimo dettaglio, racconta un amore impossibile, inarrivabile, di quelli che ci fanno sognare nei film e nei romanzi, di quelli che ciascuno di noi, nella propria esistenza, se non ha vissuto vorrebbe vivere, di quelli che ci completano senza che ne cogliamo il senso, facendoci sentire vivi e grati; di quelli che, essenzialmente, danno tutto senza chiedere nulla in cambio. Un amore puro, vero nel senso più profondo del termine, un amore sincero, leale, che arricchisce senza assorbire, che fa sentire la propria assenza, ma soprattutto la propria presenza, che vuole essere cercato, ricordato, ma che non crea una dipendenza autolesiva e distruttiva; il desiderio privato dell’ossessione, scaturito ed arricchito soltanto da amore, calore e passione.

“Ale” è una creatura incantevole, irraggiungibile, che affascina con la propria presenza e lo fa con semplicità, senza giochi e senza inganni. “Ale” è una di quelle persone che sembrano esistere soltanto nel nostro immaginario, ma che, a volte, il destino ci fa incontrare e quando capita, come afferma la band, “sono guai”.

BIOGRAFIA :

Nell'estate del 2016 Alessandro Manferti (voce e chitarra), Paolo Ferraris (chitarra) e Mauro Benvenuti (batteria), dopo tanti anni di esibizioni live in cui presentavano solo cover, decidono di rimettersi in gioco ed iniziare un nuovo progetto di inediti ed è così che nascono i Loverdose. L'idea di base, da subito, fu quella di dare ai brani mood e sound tipici del rock che si suonava in Italia negli anni ‘90. A Gennaio 2017, la band lancia il progetto sui Social, con una una versione demo di “Come vivo io”, brano che nel tempo diventerà un vero e proprio biglietto da visita musicale per i quattro artisti, nonché il loro primo singolo ufficiale. Nei due anni successivi, ai Loverdose si uniscono altri due componenti, Giuseppe Luscia (basso) e Gianmarco Tempio (chitarra) e tutti insieme lavorano assiduamente al loro debut album, “Radioattivo”, che vede la luce nel 2019, mentre “Come vivo io” prende sempre più piede tra il pubblico, raggiungendo anche le radio estere. Nel Dicembre del 2019, i Loverdose decidono di iniziare una nuova avventura, iniziando la stesura dei brani che andranno a comporre il loro secondo disco, “Game over”, anticipato dal singolo “Ale”. Una band talentuosa, completa, un vero gruppo rock all’italiana in grado di portare i propri ascoltatori in un’altra dimensione, fatta di grinta, energia e di sorpresa, quell’elemento che da sempre caratterizza il Rock allo stato puro.

INTERVISTA :

1)Chi sono i Loverdose ? Per quanto vi riguarda, c’è differenza tra voi come persone e voi come artisti?

I Loverdose sono un gruppo di amici che hanno in comune la stessa passione per la musica. Ci conosciamo da tanto tempo e negli anni abbiamo condiviso diverse esperienze musicali fino ad arrivare a formare questa band. Non penso ci possano essere differenze tra la persona e l’artista, se così fosse sarebbe come recitare una parte e tutto questo non ti renderebbe credibile. La credibilità è fondamentale per chi fa musica, soprattutto per chi fa della musica rock.

2) Raccontateci brevemente il vostro percorso musicale;

Ognuno di noi ha iniziato da ragazzino ad avvicinarsi ai rispettivi strumenti, crescendo abbiamo militato tutti in varie cover band ed è capitato spesso anche di incontrarci e suonare insieme. Nell’estate del 2016 abbiamo capito che era arrivato il momento di rimetterci in gioco e fare qualcosa di nostro e sono nati i Loverdose.

3) Parlateci del vostro ultimo lavoro discografico;

In questo momento stiamo lavorando al nuovo album che si intitolerà “Game Over”. Dopo l’esperienza fatta con “Radioattivo”, il nostro primo progetto, ci siamo subito rimessi a scrivere dei nuovi bravi perché sentivamo la necessità di mettere in pratica tutto quello che avevamo imparato durante la produzione precedente. Il 18 dicembre abbiamo inaugurato “Game Over” con il primo singolo che si intitola “Ale”. “Game Over” sarà un concept album e speriamo di riuscire a farvelo sentire entro la fine del 2021.

4) C’è un brano, un evento o una collaborazione a cui siete maggiormente legati? Raccontateci il perché;

In realtà siamo legati un po’ a tutto quello che è successo in questi anni. Per noi sono state tutte nuove esperienze: passare in radio, le interviste, i videoclip tutte cose che non avevamo mai fatto, anche alcuni live sono stati entusiasmanti; poter suonare le proprie canzoni davanti alla gente è sicuramente un qualcosa di diverso dal suonare la classica cover. Speriamo che anche con “Game Over” si possano fare ancora tante cose nuove e divertenti.

5) Come nascono le voste canzoni?

Le canzoni nascono tutte chitarra e voce, i testi sono molto semplici e non fanno altro che descrivere storie e situazioni che accadono quotidianamente nelle nostre vite. Inizia poi un lungo processo di pre-produzione dove scrive l’arrangiamento cercando di “incastrare” al meglio tra loro tutti gli strumenti. Le ultime fasi sono ovviamente le registrazioni e la post-produzione.

6) Con chi vi piacerebbe collaborare?

Questa è una cosa che ci chiedono spesso, potremmo fare una lista infinita, l’unica cosa certa è che ci sarebbe molto da imparare da artisti che fanno questo lavoro da tanti anni.

7) Quali sono i vostri progetti musicali per il futuro?

Come dicevamo prima stiamo lavorando al nuovo album e appena ci sarà consentito incominceremo anche a preparare il live. Cosa accadrà dopo “Game Over” non lo sappiamo è un tempo ancora troppo lontano per poter pensare di programmare qualcosa.

Chiudiamo l’intervista con l’ultima domanda, che vuole essere legna da ardere per sogni :

8) Qual è l’ottava nota che vorreste mettere nel pentagramma della vostra vita? (si accettano anche risposte assurde, esagerate pure...)

Il Rock.

Ascoltiamo "ALE"

CONTATTI :

Web : https://www.loverdoseweb.com/

Facebook : https://www.facebook.com/loverdoseweb/

Instagram : https://www.facebook.com/loverdoseweb/

 

L'Ottava Nota Music Italia

   7 Gennaio 2021